“Brezza tra gli ulivi” propone una serie di percorsi didattici partendo dall’osservazione delle principali colture meridionali e dall’ambiente naturale costiero caratterizza e ospita la masseria didattica.

Le attività didattiche offerte sono mirate alla valorizzazione dei sapere pratici e allo sviluppo della socializzazione attraverso proposte didattiche e giochi. La scelta delle proposte è variegata e verrà personalizzata in base alle richieste dei docenti e all’età media del gruppo ( dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di 2° grado)

Percorsi didattici:

1) Cicli di produzioni delle colture:cereali e ortaggi.

   Le stagioni dell’orto. Per conoscere da vicino gli ortaggi e le varie fasi di lavorazione che vanno dalla preparazione del terreno, alla semina e alla raccolta degli ortaggi.

L’orto bio:

Visita all’orto e conoscenza diretta degli elementi vegetali e animali che lo abitano, con particolare attenzione al lombrico, messo in relazione alla fertilità del terreno. Il percorso dell’orto si completa con l’osservazione del lombricaio e con l’esperienza fatta in prima persona della semina di specie orticole secondo il calendario delle semine e dei trapianti, sia in pieno campo che in vasetti, come continuità in classe e a casa dell’esperienza fatta in masseria.

2) Ciclo di trasformazione dalla farina al pane,pasta fresca,focacce e dolci.

 Mani pasta. Laboratorio dedicato alla conoscenza, alla sperimentazione e alla manipolazione delle farine ottenute dal grano prodotto in azienda per spiegare l’antica arte della panificazione. I visitatori potranno apprendere il “viaggio” che un chicco di grano dalla sua spiga alle nostre tavole, scoprire i diversi usi e socializzare impastando e manipolando al fine di ottenere un panino che ciascun bambino porterà a casa.

Pizzaiolo per un giorno. Laboratorio dedicato alla conoscenza, alla sperimentazione e manipolazione delle farine ottenute dal grano prodotto in azienda, per spiegare come nasce la pizza. I visitatori potranno apprendere la storia di un cibo molto amato e socializzare impastando, manipolando al fine di ottenere una pizzetta che ciascun bambino porterà a casa.

3) Ciclo di trasformazione dall’oliva all’olio

Come nasce l’olio d’oliva. Dalla pianta al prodotto, un viaggio alla scoperta di questo elemento che è alla base dell’alimentazione umana. Un percorso dove si concentrano sapienze antiche, modi e usi della tradizione contadina da trasferire alle giovani generazioni attraverso un approccio sensoriale che vede i bambini nella preparazione di bruschette.

4) Percorso delle piante aromatiche.

Alla scoperta delle piante officinali. Percorso di scoperta delle piante officinali e aromatiche presenti in azienda, di cui saranno descritte le caratteristiche, la storia, gli usi in cucina e nella cosmesi naturale.

5) Percorso del Carrubo, volgarmente detto “Pistazzo” e drammatizzazione con leggenda sul mostro del pantano.

Alla scoperta del Grande Carrubo e dei suoi confratelli mediterranei (melograno, fico).

Pianta arborea monumentale, in passato i suoi frutti erano definiti “il cioccolato dei poveri”. Si riscopre con i bambini la trasformazione delle “pistazze” in farina per la realizzazione di dolci genuini . Il melograno, definito il diamante d’autunno, noto per le sue proprietà salutistiche, insieme al fico.

6) Osservazione animali di bassa corte.

I bambini stabiliscono un contatto con polli, galline,anatre,oche, pulcini e galli. Gli animali di bassa corte vengono allevati liberi, all’aria aperta o in grossi recinti all’aperto, liberi di scorrazzare e cibarsi delle risorse della natura. Oppure di mais, crusca, grano saraceno e ortaggi biologici.

7) Percorsi Ciclistici:

Ciclogite ambientate in paesaggi storico-naturalistici sulla costa per osservare la sua integrità: muretti a secco, pagliari , pozzi e torri antiche. Invasione dei saraceni legate alle torri di avvistamenti.